Vai al contenuto

Sveva

Membro
  • Numero contenuti

    5.330
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    15

Sveva last won the day on Luglio 17

Sveva had the most liked content!

Su Sveva

  • Rank
    Figlia di padre a rughe bianconere
    Rookie

Profile Information

  • Gender
    Male

Visite recenti

11.182 visite nel profilo
  1. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Premetto che io di elettricità non so nulla, tuttavia sulla scorta di quanto letto in giro e, soprattutto, delle spiegazioni fornitemi dal mio elettricista, sono in disaccordo quasi su tutto. io attualmente sto ricaricando a casa con contatore in corrente alternata da 3 kwh, per il momento la percorrenza media giornaliera è di circa 40 km mentre il consumo è di circa 7 km per kwh. Inizialmente quando ricaricavo portavo la batteria al 90%, poi sono sceso all'80%, questo comunque mi assicura un'autonomia di più di 300 km.. La velocità di ricarica iniziale è di 2 kwh, raggiunto un certo punto(penso intorno al 70-75%) entrano in funzione i meccanismi di salvaguardia della batteria e diminuisce a 0.5 kwh. Sfruttando solo la finestra notturna in F3 (dalle 23.00 alle 7.00) dove i carichi dell'abitazione sono più ridotti, ho tranquillamente la possibilità di caricare l'occorrente per più di 100 km, ovvero 2 giorni abbondanti. in questo periodo iniziale mi è saltato 2 volte il contatore, una perchè appena messa in carica la macchina è stato acceso un phon, l'altra perchè sono stati accesi 4 neon. Per ovviare a questo inconveniente sto valutando l'installazione di una wallbox che possa gestire in maniera dinamica i carichi di energia. La wallbox inoltre mi garantirebbe di non aver brutte sorprese all'impianto elettrico, soprattutto in caso di aumento della potenza del contatore, le normali prese domestiche non sono infatti ideate per sopportare alti carichi per tempi prolungati. Un possibile collo di bottiglia nella ricarica domestica è determinato dalla capacità del caricatore interno della vettura di accettare determinati carichi. La mia macchina può accettare fino a 11kwh in monofase, 22 kwh in trifase e 50 kwh in continua. Ritengo che aumentare da 3 a 6 Kwh la potenza del contatore significherebbe dimezzare i tempi di ricarica passando dal caricare da 10A a 20A. Il problema del passare dalla monofase alla trifase è soprattutto il costo per portare la linea. Poi bisognerebbe bilanciare i carichi. Mi hanno detto che potrei dedicare ognuna delle 3 fasi a scopi diversi. ad esempio la sciareuna delle 3 fasi alla normale gestione della casa (senza dover ricablare tutto l'impianto), dedicare la seconda a quegli elementi particolarmente energivori (piano ad induzione, pompa di calore, pompa della piscina etc etc) e la terza alla ricarica dell'auto
  2. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Beh con la plug in avresti il problema della ricarica come con l'elettrica
  3. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Che tipologia di ibrido? Immagino non una plug-in
  4. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    pure io ho provato una tesla Model 3 e ne sono rimasto deluso. tecnologicamente non c'è dubbio che Tesla sia molto avanti alla concorrenza, han cominciato prima e hanno sempre fatto solo auto elettriche, quindi come prestazioni ed autonomia sono avanti parecchio. Tuttavia ho percepito una bassa qualità dei materiali ed è notorio che tesla ha problemi di assemblaggio. Siccome mi conosco, se mi dovesse arrivare una macchina con le portiere non allineate o le guarnizioni a gobbe ricorrerei immediatamente all'avvocato. A maggior ragione se l'auto in questione dovesse costare, di listino, almeno 50.000 euro. Meglio evitare. Altra cosa che non mi piace di Tesla è il fatto che sembra un'auto dell'ikea,, un manifesto al minimalismo. molte macchine han centordicimila pulsanti, troppi, ma da lì a una Tesla , che ne è priva, c'è una montagna di soluzioni intermedie Tesla ha poi un modello di bussiness che non mi piace e temo che possa essere lo steso per le marche cinesi quando arriveranno in Italia. sostanzialmente non hanno concessionarie, solo una decina di store in tutta italia e ancor meno centri di assistenza.,
  5. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    per ora percorro 7 km con un kwh, , ovviamente bisgnerà attendere almeno un anno per avere una stima più precisa. Quindi per 500 km sono circa 70 kwh, al prezzo di 20 cent al KWh sono 14 euro
  6. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Non avere un box dove poter ricaricare toglie molto senso all'acquisto di una macchina elettrica perchè in pratica significherebbe dover ricaricare sempre dalle colonnine spendendo molto di più e perdendo parecchio tempo.. Riguardo al fatto che l'utente medio riesca ad andare in pareggio dopo alcuni mesi, per di più sena incentivi ho parecchi dubbi. A oggi la differenza di prezzo tra un'auto elettrica e la corrispondente endotermica, a parità di allestimento, è almeno di 10.000 euro. si si tratta di una citycar come la Twingo . Molto spesso se la macchina elettrica ha un pacco batteria di almeno 50 kwh la differenza è di 15.000 euro. Non mi pare che con queste premesse i tempi di rientro siano rapidissimi
  7. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Spero che si riesca ad evitare una contrapposizione tra sostenitori (come me) e detrattori (quale tu palesemente sei) delle auto elettriche. Io cerco di essere il più obbiettivo possibile e ti riassumo la mia linea di pensiero "le auto elettriche non sono la panacea per tutti i mali, al momento non son nemmeno una soluzione che possa andare bene per tutti e che possano soddisfare tutte le esigenze, ma in alcuni/diversi casi possono essere una soluzione migliore di tutte le possibili alternative. ma se sono seduto in un dehor preferisco il rumore da vibratore scarico Le auto elettriche possono piacere o meno, i gusti non sono sindacabili. anche a me piace il rumore di un vibratore scarico a quello di un bel motore benzina che mi spacca i timpani e mi scassa la minchia, così come quando sono in cosa in galleria preferisco avere davanti una macchina elettrica piuttosto che un dieel che magari sta utilizzando nafta agricola. anche sul non piacere di guida c'è da discutere.Se ti piace guidare sportivo, con continue scalate ed accelerate e magri fare dei traversi è chiaro che l'auto elettrica non faccia per te, sebbene tante elettriche abbiano prestazioni superiori delle loro omologhe a benzina, soprattutto a livell odi accelerazione e ripresa. Viceversa se preferisci viaggiare in modo fluido, rilassato e con il minor rumore di fondo possibile allora l'elettrico fa al caso tuo. Passo a contestare quanto scrivi: le auto elettriche non consumano meno perchè più pesanti ma semplicemente perchè, di base, sono più efficienti energeticamente di quelle endotermiche. Le migliori auto a benzina riescono a trasformare circa il 40% dell'energia consumata in movimento mentre il resto viene disperso in calore, per i motori diesel la percentuale sale al 45% mentre i motori elettrici convertono più del 90% dell'energia in movimento. Ovviamente anche nelle galassia delle auto elettriche ci sono modelli che hanno più senso e altri che ne hanno meno, esattamente come tra quelli endotermici. proprio per ragioni fisiche una macchina tanto è più leggera tanto meno avrà bisogno di energia per spostarsi, quindi le itycar elettriche come la dacia Spring, la VW e-up o la Renault Twingo sono energeticamente più efficienti di una porsche Taycan, esattamente come le loro omologhe endotermiche lo sono rispetto a una Ferrari o una Lamborgihini. Veniamo ora ai 12 punti 1) L'elettricità viene da diverse fonti, l'incidenza a livello di produzione di fonti rinnovabili è, sia a livello nazionale che internazionale, in costante aumento. Al di là di alleggerire l'inquinamento nei punti più delicati (le città) si ha miglioramento globale proprio in virtù della maggiore efficienza dei motori elettrici. 2) Non capisco se con deperiscono ti riferisci al fatto che consentano meno autonomia o che si esauriscano. Nel primo caso ti faccio notare che anche i motori endotermici in condizioni particolari hanno problemi, in finlandia in pratica le macchine devono essere parcheggiate vicino a delle "stufette" per evitare problemi di congelamento. Qualora ti riferissi che se usate male le batterie si esauriscono precocemente beh la stessa cosa si può dire anche delle endotermiche le quali possono essere soggette a grippaggi etc etc. Tanto in un caso che nell'altro bisogna semplicemente usarle bene. 3) Una volta quando rientravo dalle vacanze portavo a sviluppare le fotografie dal fotografo del mio paese e quando volevo leggere le notizie passavo dal giornalaio....... 4) trovo che sia troppo presto per poter cercare di stilare un bilancio globale di quanto impatti (in più o in meno) a livello ecologico una vettura elettrica rispetto a una endotermica. Ci sono studi (secondo me di parte) che sostengono che una macchina elettrica impatti di meno rispetto a una tradizionale già dopo 20.000 km, altri sostengono 50.000. Ritengo che, almeno per ora, si sia nel campo dell'indimostrabile e che le conclusioni degli studi spesso dipendano da chi ha commissionato gli studi stessi. 5) Che si possano riciclare o riutilizzare le batterie esauste è fuori discussione. A oggi non c'è quasi nessun procedimento sistematico per farlo ma è anche vero che siamo solo agli inizi. In poche parole fin quando le batterie esauste non raggiungeranno certi quantitativi è oggettivamente adottare soluzioni sistemiche su larga scala. 6) Il numero di stazioni elettriche in corrente alternata è, almeno al nord, in rapido aumento. Il vero nodo è di dotare le autostrade d punti di ricarica in corrente continua con distanza massima tra una stazione di ricarica e la successiva di 50-80 km. 7) Sicuro? Mi puoi spiegare i motivi di questa affermazione? 8) In genere i problemi dei blackout estivi si verificano durante le ore diurne, concettualmente la maggioranza delle auto elettriche dovrebbe essere caricata nelle ore notturne. 9) Ribadisco: concettualmente la ricarica delle vetture elettriche dovrebbe essere operata in ambito domestico. Il ricorso alle stazioni di ricarica dovrebbe avvenire solo in occasione di viaggi abbastanza lunghi. Volendo essere estremamente conservativi potremmo definire lungo un viaggio di oltre 50 km (che diventano 100 col ritorno) quante volte spesso capita all'automobilista medio di fare questo tipo di viaggi? 10) Non mi pare ci sia nessun divieto di produrre e comperare auto endotermiche o ibride (nelle varie declinazioni). Non è che se una soluzione non è valida per tutti non sia valida per nessuno 11) Il mercato dell'usato si trasformerà, ora la strgrande maggiornza delle auto reperibili è endotermica in futuro crescerà, pian paino la percentuale di quelle elettriche. 12) Fare qualcosa è sempre meglio di non fare nulla. L'importante è di non peggiorare le cose.
  8. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Le ibride non mi convincono più di tanto. Proprio come concetto di macchina. Ma é più una sensazione - dettato anche dal fatto che non sono molto informato in riguardo. Di per se l'espressione "auto elettrica ibrida" non significa nulla, Ci sono infatti le mhec, le hev e le phev qui trovate le differenze Auto ibride 2019/ Cosa significano le sigle Mhev, Hev e Phev - Il Sole 24 ORE Sono convinto che nella scelta dell'acquisto di un'autovettura intervengano sia una parte "logica" che analizza gli aspetti economici sia una parte viscerale per cui si finisce per scegliere un modello o una tipologia di modello perchè piace e non perchè necessariamente sia il più indicato per l'uso che se ne farà. io sicuramente non faccio eccezione ed ammetto che volevo prendere una vettura elettrica però ho fatto anche alcune considerazioni che mi hanno portato a scartare le Phev (ibride ricaricabili da presa, ovvero le ibride più spinte). Costo di acqusto. I numeri che seguono sono basati sui prezzi di listino, poi in pratica andando a trattare l'acquisto è possibile che su alcune tipologie si possa spuntare uno sconto maggiore che su altre: e sono riferiti tutti allo stesso allestimento. Hev prezzo x Phev 9250 euro in più della hev Ev 6600 in più della phev e 15850 più della hev incentivi statali, con rottamazione Hev 3500 euro Phev 6500 euro Ev 10.000 euro incentivi regionali con rottamazione hev 1500 euro phev 2500 euro ev 4000 euro Quindi nel mio caso la differenza di costo tra elettrica e plug in 8teorica) è stata di 1600 euro. Fossi riuscito ad accedere al precedente bando regionale sarebbe stata solo di 100 euro 8e avrei risparmiato altri 4000 euro (sigh!). ce poi da dire che se da un lato le plug-in non ti danno l'ansia da autonomia (c'è sempre il motore termico che può tamponare) a mio avviso duplicano le funzioni e rischiano di diventare ridondanti ma soprattutto di base restano macchine termine. nel senso che: - manutenzione: c'è da manutenere sia la parte termica che quella elettrica (tagliandi con cambio olio motore etc etc) , Le macchine elettriche sono praticamente senza manutenzione, nel mio cao comunque la manutenzione per i primi 7 anni è gratuita (tolto credo per i materiali di consumo). le macchine elettriche usano la frenata rigenerativa per cui dovrebbero costare meno in manutenzione dell'impianto frenante, per contro, essendo più pesanti consumeranno prima i pneumatici. - Tassa di circolazione. Le ibride sono auto termiche e la pagano, le elettriche per almeno i primi 5 anni ne sono esenti, in Lombardia pare a vita. - assicurazione. come rca le macchine elettriche pagano notevolmente di meno, viceversa avendo un maggiore valore da assicurare costano di più per garanzia tipo incendio e furto, atti vandalici ed eventi atmosferici, collisione o kasko.. - Accesso ztl e parcheggi gratuiti. Qui il panorama è molto variegato, in ogni caso le elettriche, essendo maggiormente ecologiche, non saranno mai penalizzate rispetto alle altre tipologie di vetture. Questo però vale nel mio caso, ovvero per un residente in lombardia con una vettura da rottamare che poteva accedere sia agli incentivi statali che regionali. poi c'è anche da dire che in famiglia facciamo un uso delle macchine difficilmente inquadrabile.
  9. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Ho preso una Kia Eniro con pacco batteria da 64 kwh. Riguardo all'autonomia il discorso è abbastanza complesso in quanto è influenzata da diversi fattori: condizioni climatiche (a temperature molto basse o molto alte la batteria soffre), tipo di percorso (diverso è guidare in urbano sfruttando spesso la frenata rigenerativa dal guidare in autostrada a 130 km/h fissi) dai dislivelli (in montagna l'autnoomia si riduce), da cosa hai attaccato (se hai luci + fendinebbia + riscaldamento + radio è ovvio che sia ben diverso dall'andare via lisci). Io tengo la batteria carica al 90% max e l'indovinometro mi dice che ho più di 400 km di autonomia e per l'uso che ne faccio di solito mi pare abbastanza realistico, almeno in questa stagione. In autostrda non credo che possa andare molto oltre i 300 km, partendo con la batteria carica al 100%. Nel mio paese non ci sono ancora stazioni di ricarica, ma ne trovo di quelle da 11-22 Kwh in 3 distinti paesi nell'arco di 8 km. Più complicata la situazione delle stazioni fast, ce ne sono di meno e le più vicine sono a circa 30 km, comunque in prossimità dei caselli autostradali che uso maggiormente.
  10. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Per il momento le impressioni son più che positive anche se per ora l'ha guidata prevalentemente mia figlia che ha macinato circa 500 km la prima settimana. Probabilmente dovrò aumentare la potenza impegnata del contatore, passando da 3 a 6 kwh perchè ora ci mette veramente tanto a ricaricarsi. Ovviamente il maggior limite delle auto elettriche attuali è l'autonomia pertanto prima di acquistarne una bisogna valutare bene l'uso alla quale sarà destinata. Se hai qualche curiosità particolare chiedi.
  11. Sveva

    Autovetture elettriche. Parliamone!

    Alla fine ho fatto il grande passo, da venerdì guidiamo elettrico
  12. Pregi e difetti. Qualcuno ne possiede una? Come si trova? Modelli particolarmente interessanti..........
  13. Sveva

    Ricomonciaaaaaaaaaaaaaaaaaamo

    Cari compagni di merende secondo voi è casuale che Chiesa abbia alzato il livello delle sue prestazioni nel momento in cui Cuadrado è fuori?
  14. scrigno, non ti allargare....... Scambiando Castillejo con Chiesa non so chi avrebbe vinto la partita ma sono sicuro che l'italiano nel Milan sarebbe stato titolare mentre lo spagnolo nella Juve no, avrebbe giocato Kulusevski
  15. Boh ieri sera ho avuto l'impressione che entrambe le squadre fossero sull'imballato. Suli problemi in fase di non possesso il discorso è lungo assai.
×
×
  • Crea Nuovo...