Vai al contenuto

Processo interno agli arbitri


Recommended Posts

la contraddizione di Calciopoli, che nessuno potrà mai negare, è che coloro che avrebbero dovuto essere i bracci armati dei vari Moggi-Giraudo, Della Valle, Lotito, Galliani-Meani, Pairetto e Bergamo, sono andati praticamente tutti assolti, ed anzi, uno dei pochissimi che hanno ricevuto sanzioni (paparesta) è curiosamente un arbitro che si è messo in vista per un arbitraggio nettamente anti-Juve...

ma ora anche per gli arbitri si annuncia un processo interno, sperando che non vada a finire come per i magistrati che passano sotto il "tremendo torchio" del loro organo di autogiudizio (CSM) :) (ovvero tutti assolti, al massimo una censura..)

Paparesta, dossier che scotta. Oggi a Roma il processo dell'Aia ai giudici di gara coinvolti in Calciopoli. Rischia il ritiro della tessera per la raccomandaziomne del Milan e le scuse a Moggi.

La giustizia interna per direttori e assistenti di gara è molto più severa e meno elastica nei casi di condotta "sconveniente" dei tesserati. E presto sarà il turno di Collina.>>

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Abbiamo gia' detto che de santis ha manipolato a piacimento due campionati almeno, ergo anche l'ultima versione di superman ha un protagonista usurpatore.

Per tutti gli altri parta immediatamente il processo di beatificazione.

beataficazione una minchia, per me avrebbero dovuto fare tabula rasa, altro che penalizzazioni, radiazioni.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
beataficazione una minchia, per me avrebbero dovuto fare tabula rasa, altro che penalizzazioni, radiazioni.

E torniamo al punto di partenza, cioè che sono stati individuati (e condannati in maniera più o meno giusta) gli ideatori di un possibile reato, ma non sono stati individuati (anzi, in larga parte assolti) i materiali artefici dello stesso. E' quel pezzo mancante della catena che rappresenta la grande contraddizione di calciopoli e che, a mio personalissimo giudizio, la farà passare alla storia come "La Grande Incompiuta".

In pratica alcuni arbitri (ed altri individui che non sono stati giudicati colpevoli) sono stati allontanati solo per motivi di opportunità, per far credere che si fosse fatto chissà cosa, per potersi presentare al nuovo campionato dicendo "Abbiamo una classe arbitrale quasi nuova di zecca", ma in realtà nessuno ci potrà mai dire se tra gli arbitri allontanati ci fossero effettivi colpevoli, e se sì in quale misura, così come non avremo la garanzia che i superstiti siano davvero "puliti" nei confronti della pressioni che avrebbero ricevuto.

Spero che l'AIA possa fare un pò di luce, almeno su Paparesta...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi auguro che Paparesta venga segato.

Pur essendo uno dei migliori tecnicamente, ha dimostrato di essere un personaggio pronto all'intrallazzo.

La telefonata di scuse a Moggi (dopo che quello lo aveva insultato e minacciato il giorno precedente), rimane una delle pagine piu' penose dell'intera vicenda.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mi auguro che Paparesta venga segato.

Pur essendo uno dei migliori tecnicamente, ha dimostrato di essere un personaggio pronto all'intrallazzo.

La telefonata di scuse a Moggi (dopo che quello lo aveva insultato e minacciato il giorno precedente), rimane una delle pagine piu' penose dell'intera vicenda.

mai più penosa del servirsi del Presidente di lega, nonché AD di una delle squadre che Paparesta arbitrava, per far arrivare un dossier del tutto personale sulla scrivania di un uomo politico della stessa fazione del suddetto AD..... :angry:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paparesta ha dimostrato con quella telefonata a Moggi di essere un suddito dello stesso,se non da prima lo è diventato da quel momento,sentendosi il fiato sul collo di chi poteva rovinargli la carriera sportiva e piegandosi a rivorgergli delle scuse quanto meno inopportune. Un senza palle.

X questo comportamento antisportivo deve essere punito.

......mai più penosa del servirsi del Presidente di lega, nonché AD di una delle squadre che Paparesta arbitrava, per far arrivare un dossier del tutto personale sulla scrivania di un uomo politico della stessa fazione del suddetto AD

Comportamento non volto ad alterare risultati di partite,ma a usufruire di benefici personali in ambito lavorativo. Tale comportamento,detto raccomandazione,è in uso diffuso in tutto il mondo e non per questo non punibile ma nemmeno censurabile in ambito sportivo.

X questo ultimo motivo reputo il primo un fatto sportivamente grave,il secondo una prassi italiana e non solo che non ci riguarda, essendo loro cose personali non volte a intaccare la regolarità di risultati sportivi (almeno cosi pare visto assenza di partite sospette tra milan e paparesta).

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paparesta ha dimostrato con quella telefonata a Moggi di essere un suddito dello stesso,se non da prima lo è diventato da quel momento,sentendosi il fiato sul collo di chi poteva rovinargli la carriera sportiva e piegandosi a rivorgergli delle scuse quanto meno inopportune. Un senza palle.

X questo comportamento antisportivo deve essere punito.

......mai più penosa del servirsi del Presidente di lega, nonché AD di una delle squadre che Paparesta arbitrava, per far arrivare un dossier del tutto personale sulla scrivania di un uomo politico della stessa fazione del suddetto AD

Comportamento non volto ad alterare risultati di partite,ma a usufruire di benefici personali in ambito lavorativo. Tale comportamento,detto raccomandazione,è in uso diffuso in tutto il mondo e non per questo non punibile ma nemmeno censurabile in ambito sportivo.

X questo ultimo motivo reputo il primo un fatto sportivamente grave,il secondo una prassi italiana e non solo che non ci riguarda, essendo loro cose personali non volte a intaccare la regolarità di risultati sportivi (almeno cosi pare visto assenza di partite sospette tra milan e paparesta).

Ricostruzione alquanto contradditoria.......

Con quella telefonata Paparesta ha dimostrato solo di essere un senza palle, che non è un illecito sportivo. Che fosse suddito di Moggi è smentito dallo stesso episodio dello spogliatoio di Reggio e dagli arbitraggi successivi, a meno che la definizione di suddito non sia l'ennesima cosa distorta a proprio piacimento...

secondo aspetto:Galliani perché si sarebbe prestato a fare il favore a Paparesta? Filantropia? Ci credo poco...o forse Galliani "suddito" di Paparesta? Cioè, in pratica assericsci (giustamente) che se uno fa un favore all'altro, lo fa per ottenere dei vantaggi personali (nel caso di Paparesta, a tuo dire, chiede scusa a Moggi per non avere intralci alla carriera). Poi, quando è il turno di Galliani a fare un favore, vorresti dire che lo fa senza tornaconto? Quale tipo di favori secondo te un arbitro può fare a un dirigente di una società di calcio? Smaltendogli i rifiuti tossici? :angry:

Modificato da Dino Lampo
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah, una precisazione per nordkaos, tratta dal sito del TgCOM.

Trattandosi di un processo interno all'AIA, dubito che si tratti di fatti che esulano dalla giustizia sportiva... :angry:

Il procuratore Cardona: "Fatti gravi"

Mano pesante del Procuratore Marcello Cardona con Gianluca Paparesta nel processo dell'Aia agli arbitri coinvolti in calciopoli. L'accusa si è scagliata contro il direttore di gara barese, chiedendo due anni di squalifica. "Ho chiesto due anni perché quelli contestati sono fatti gravi" ha commentato Cardona. La sentenza di primo grado è attesa già per martedì. Il processo si chiuderà dopo due gradi di giudizio.

Sono i rapporti con Leonardo Meani ad inguaiare la posizione di Gianluca Paparesta, oltre che la mancata trascrizione nel referto dell'ormai celebre episodio di Reggina-Juventus, quando venne rinchiuso da Luciano Moggi nello stanzino degli arbitri. L'arbitro barese, già squalificato tre mesi nell'inchiesta su calciopoli, rischia altri due anni di stop. I contatti con l'ex responsabile degli arbitri del Milan è ritenuto grave dal procuratore Cardona, tanto che due anni di stop sono stati chiesti, oltre che per Paparesta, solo per D'Addato, anche lui per il rapporto con l'addetto rossonero.

Undici i tesserati ascoltati dalla commissione disciplinare arbitrale presieduta da Paolo D'Agostini per la prima tranche del procedimento, anche se solo sette erano stati deferiti nell'ambito dello scandalo che ha travolto il pallone. Il procuratore ha anche chiesto 5 mesi per l'arbitro Ciampi, 18 mesi per il dirigente Aia Marano e il guardalinee Consolo, 2 anni per D'Addato, 18 mesi per Lamorgese (l'osservatore tirato in ballo nella cosiddetta 'combriccola romana') e 18 mesi per Ricci (ma per quest'ultimo Cardona potrebbe rivedere la richiesta, se le prove aggiuntive che il deferito ha annunciato di produrre martedì mattina forniranno nuovi elementi di valutazione).

"Riteniamo di essere stati giusti nel chiedere sanzioni adeguate per gli associati che non hanno rispettato le regole e che hanno un ruolo fondamentale nel calcio: quello di essere giudici in campo". Marcello Cardona, che veste i panni dell'accusa nel processo agli arbitri coinvolti in calciopoli cominciato oggi nella sede di via Po a Roma, commenta così le richieste formulate alla commissione di disciplina.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Comportamento non volto ad alterare risultati di partite,ma a usufruire di benefici personali in ambito lavorativo. Tale comportamento,detto raccomandazione,è in uso diffuso in tutto il mondo e non per questo non punibile ma nemmeno censurabile in ambito sportivo.

X questo ultimo motivo reputo il primo un fatto sportivamente grave,il secondo una prassi italiana e non solo che non ci riguarda, essendo loro cose personali non volte a intaccare la regolarità di risultati sportivi (almeno cosi pare visto assenza di partite sospette tra milan e paparesta).

Non avrei saputo dirlo meglio. :angry:

E' probabile che con quello scambio di favori Galliani cercasse di guadagnare punti agli occhi di Paparesta.

Ma da qui a sferzarlo come un ronzino, come faceva Moggi, ce ne passa...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Non avrei saputo dirlo meglio. :angry:

E' probabile che con quello scambio di favori Galliani cercasse di guadagnare punti agli occhi di Paparesta.

Ma da qui a sferzarlo come un ronzino, come faceva Moggi, ce ne passa...

Beh, allora divertiamoci a cercare la partita in cui Paparesta ha ricambiato il favore a favore del Milan.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dino...ho detto che dimostra di essere suddito di Moggi dal momento in cui fa la telefonata. Perchè se uno chiede scusa sa che poi sarà quasi costretto a essere compiacente con la juve ...o no? O secondo te chiede scusa x salvare la carriera e poi alla prossima partita in cui arbitra la juve non ha un occhio di riguardo se la squadra è in difficoltà?

E per il secondo caso, il tornaconto di galliani non dico che non ci potesse essere,ma non ci son prove,non si parla mai di fatti sportivi x quel favore procuratogli dal milan.

Le prove di un abbassamento del capo da parte di Paparesta nei confronti di una società sono solo verso la juve a mio modo di vedere.

comunque non importa, ci vogliono punizioni esemplari sia per lui che per gli altri che si son resi responsabili di fatti non chiari in modo che in futuro non si ripetano più.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Beh, allora divertiamoci a cercare la partita in cui Paparesta ha ricambiato il favore a favore del Milan.

4 mesi dopo, Chievo-Juventus: Paparesta non vede il goal di Pellissier dentro di 30 cm sullo 0-0.

La juve vince e aggancia il Milan, che aveva vinto nel pomeriggio, in testa alla classifica.

Sicuramente un bel favoraccio per il Gallianun!

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 mesi dopo, Chievo-Juventus: Paparesta non vede il goal di Pellissier dentro di 30 cm sullo 0-0.

La juve vince e aggancia il Milan, che aveva vinto nel pomeriggio, in testa alla classifica.

Sicuramente un bel favoraccio per il Gallianun!

E magari anche per Meani e il suo amicone Papi..che non vide la palla dentro. Chissà, visto che è amico di tutti i guardalinee, pare, il nostro (ex) add.arb...sarà stato in buoni rapporti pure con Papi :angry:

Comunque, per la precisione, Paparesta era anche l'arbitro di "quel" Milan-Chievo, che finì 1-0 e non pari come scrive Dino e se è vero che l'amico di Meani sbandierò quel fuorigioco inesistente annullando un gol buono di Crespo, vero è anche che Paparesta tolse al Chievo un gol già fatto per una irregolarità di uno dei loro attaccanti, non ricordo precisamente quale, ma direi Pellissiè (puvret! C'è sempre di mezzo lui..).

E vero è pure che questo episodio del fascicolo di Paparesta che tramite Galliani arriva al Ministro, è a mio avviso molto peggio delle sciocchezze per cui hanno condannato il Milan, non vedo in alcun modo giustificabile che si possa arrivare ad avere rapporti di questo tipo fra esponenti della classe arbitrale e società...

Purtroppo registriamo che era una prassi, così come era considerato normale che il povero Facchetti pranzasse in compagnia del designatore, che Paparesta e Moggi si telefonassero, ecc...ecc...

Non vedo nessun nesso diretto fra questi accadimenti e i risultati del campo, per carità, da cui l'assurdità della penalizzazione del Milan appare evidente. Ben altre sono le cose gravi e sinonimo di "dolo", in pratica quasi esclusivamente attribuibili, nell'indagine conclusa a: Moggi, Foti, Carraro, Mazzini e de Santis...Gli altri sono coinvolgimenti poco significativi. Poi alcuni hanno pagato, altri no, altri ancora l'hanno esclusivamente pigliata in quel posto vedendosi negare titoli a cui avrebbero avuto diritto.

Però fra le regole nuove che dovrebbero essere scritte, l'impossibilità di intrattenere rapporti confidenziali a nessun titolo fra esponenti del mondo arbitrale ed esponenti delle società, deve essere codificata e chi trasgredisce è giusto che paghi.

In sport cosiddetti minori, se gli arbitri vengono "sorpresi" a cenare, dopo una partita si badi bene, allo stesso tavolo con qualche dirigente o giocatore delle squadre appena dirette, vengono automaticamente sospesi per un minimo di due settimane, così come se si azzardano ad entrare nell'impianto dove si giocherà la partita chiedendo al loro dirigente addetto (che in alcuni sport minori è obbligatorio sin dalla serie C) di poter fare entrare la moglie o la fidanzata.

Non oso immaginare cosa accadrebbe se uno di questi arbitri consegnasse a un dirigente di società del materiale relativo al suo lavoro, affinchè questo dirigente lo faccia avere ad un politico?!

Modificato da biggeorge
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Però fra le regole nuove che dovrebbero essere scritte, l'impossibilità di intrattenere rapporti confidenziali a nessun titolo fra esponenti del mondo arbitrale ed esponenti delle società, deve essere codificata e chi trasgredisce è giusto che paghi.

In sport cosiddetti minori, se gli arbitri vengono "sorpresi" a cenare, dopo una partita si badi bene, allo stesso tavolo con qualche dirigente o giocatore delle squadre appena dirette, vengono automaticamente sospesi per un minimo di due settimane, così come se si azzardano ad entrare nell'impianto dove si giocherà la partita chiedendo al loro dirigente addetto (che in alcuni sport minori è obbligatorio sin dalla serie C) di poter fare entrare la moglie o la fidanzata.

Non oso immaginare cosa accadrebbe se uno di questi arbitri consegnasse a un dirigente di società del materiale relativo al suo lavoro, affinchè questo dirigente lo faccia avere ad un politico?!

Finalmente un pò di buon senso...Importante soprattutto la parte evidenziata in grassetto....non facciamogli intrattenere nessun rapporto personale (suvvia, gli arbitro potranno trovarsi amici extracalcistici, no?) e così non avremo più nessun dubbio.

A Nordkaos dico: perchè, le prove che Moggi gli avrebbe stroncato la carriera ci sono? Paparesta potrebbe essersi scusato semplicemente perché non gli andava di inimicarsi il dirigente di una squadre indubbiamente potente, non l'unica...e anche perché si era reso conto di aver fatto una prestazione sicuramente disastrosa a danno della Juve, appena il pomeriggio precedente (e su quella le prove ci sono: i filmati !).

Arma', di Chievo-Juventus 0-1 io avevo conservato questo trafiletto...>. Notevole come possono essere potenti i guardalinee, eh? Adesso capisco perché meani ne avesse diversi in rubrica... :angry:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Triplamente coglione il Milan.....

1. Si inventa una figura che non è prevista come istituzionale nell'organico delle società calcistiche, e non risulta nemmeno che ci sia una prescrizione medica in tal senso da parte del responsabile di MilanLab...

2. Non controlla l'operato di questa figura, che a detta di Galliani e dei legali sarebbe una scheggia impazzita, uno che prende iniziative e non relaziona a nessuno (tranne qualche telefonata di cortesia a Galliani, vabbè..)

3. Tra l'altro, sempre a detta dei milanisti, questo vulcanico Meani si prende mille iniziative personali e la squadra non ne trae vantaggi...

Che maldestri, che siete... :angry: :p

Seriamente, come ho detto mille volte:

1. Se ho un determinato ruolo e mi telefona uno che si qualifica come dipendente (se a contratto, a tempo indeterminato, part-time, co-co-co, poco rileva) di una società importante, io persona comune immagino che parli a nome della società e con il benestare della stessa.

2. Se sono codardo, e la codardia sembra esistere nel mondo arbitrale, quindi immagino che anche nel mondo dei guardalinee non sia una eventualità impensabile, sono propenso a assecondare tale personaggio

3. Se si concretizzino vantaggi o meno, come detto mille volte, non rileva...il CGS (acronimo alla Beppe Severgnini, sta per Codice Giustizia Sportiva)punisce il solo compiere atti preparatori idonei a portare vantaggi, quindi la storiella del guardalinee che annulla il gol a Crespo conta una mezza sega, perché altrimenti potrei ribattere con gli arbitraggi di De santis in un paio di Juve-Inter, di Paparesta in Reggina-Juve e qualche altro episodio qua e là...Invece io mi assumo le responsabilità dell'operato dei dirigenti bianconeri, e dico che una B senza penalizzazione sarebbe giusta, voi continuate a dipingere le telefonate di Meani come una chiacchierata tra amiconi...

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

Puoi postare adesso e registrarti in seguito. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
×
×
  • Crea Nuovo...