Vai al contenuto
Accedi per seguire  
GURU baba rey

Joker

Recommended Posts

Merita un topic a parte.

 

locandina.jpg

 

Film come non se ne fanno più.

Scordatevi le pacchianate da hero movie della serie esplosioni, inseguimenti di mezz'ora, effettoni speciali: un film in stile nuova hollywood anni '70 (fortissime ispirazioni scorsesiane, in primis re per una notte e Taxi Driver). Sporco, disperato.

Non ricordo nemmeno l'ultima volta che sono uscito in questo stato d'animo dal cinema, saranno passati almeno 10 anni.

Avevo aspettative alte ma davvero è andato oltre.

Capolavoro.
 

Note

Spoiler


- Mi hanno dato quasi fastidio quelle 2-3 scene con la famiglia Wayne, per dare il contentino a chi voleva vedere un collegamento con la storia di Batman. Ma alla fine mi è piaciuto per il ribaltamento dei punti di vista: i super buoni che da una prospettiva diversa, visti dalla classe dei disagiati, perdono molta della loro aura immacolata.

- Verso la fine pregavo perchè avesse una conclusione compiuta, che non lasciasse un "to be continued". Meno male.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi ha lasciato un senso di disagio fortissimo. Dalla risata alla danza a tutto il suo modo di fare. È un rifiuto della società le cui azioni vengono legittimate dalle cose che gli capitano nel corso del film. Mai una volta pensi "esagerato", c'è sempre un senso di liberazione dietro le sue azioni terribili. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho già voglia di rivederlo. 

 

1 ora fa, Mist dice:

Mi ha lasciato un senso di disagio fortissimo. Dalla risata alla danza a tutto il suo modo di fare.

 

Concordo, in questo l'interpretazione di Phoenix è stata magistrale. Ti fa empatizzare con Arthur Fleck e ti terrorizza con il Joker.
 

Senza ombra di dubbio uno dei migliori film degli ultimi anni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bellissimo!

tutto, non c'è una virgola che non abbia senso, il capolavoro è farti empatizzare con una persona che compie azioni malvagie facendoti sentire con la coscienza a posto. un personaggio attuale che più non si può, in una realistica società malata, contraddistinta dalle disuguaglianze, dal noi e loro.

ho letto le diversi articoli, sia su quello che è reale e quello che è solo nella sua fantasia, sia sulle interpretazioni, tra le quali la più interessante mi è sembrata essere

 

Spoiler

Ma Fleck è il vero Principe del Crimine o è stato l'ispirazione per qualcun altro? L'ipotesi, suggerita da molti spettatori, è che non ci sia un unico Joker (non a caso, a differenza di altri cinecomics, il titolo non è "The Joker") ma che ce ne siano diversi.

Questa suggestione ribalterebbe tutto il senso del film, che non sarebbe una origin story del famoso villain DC ma la genesi della Gotham di Batman, di come sia diventata una città sull'orlo del baratro.

Joker sarebbe piuttosto una metafora, il prodotto della malattia mentale di un uomo e di una società che lo ha ignorato e brutalizzato.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

23 ore fa, silvia_fi dice:

 

  Nascondi Contenuto

Ma Fleck è il vero Principe del Crimine o è stato l'ispirazione per qualcun altro? L'ipotesi, suggerita da molti spettatori, è che non ci sia un unico Joker (non a caso, a differenza di altri cinecomics, il titolo non è "The Joker") ma che ce ne siano diversi.

Questa suggestione ribalterebbe tutto il senso del film, che non sarebbe una origin story del famoso villain DC ma la genesi della Gotham di Batman, di come sia diventata una città sull'orlo del baratro.

Joker sarebbe piuttosto una metafora, il prodotto della malattia mentale di un uomo e di una società che lo ha ignorato e brutalizzato. 

 

 

Cita

Molto affascinante come teoria. Tra l'altro la grande differenza di età con batman è un indizio a suo favore.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Durante la prima parte del film, osservando Gotham, ho pensato "qui urge un batman". Continuando la visione ho pensato "Oh cazzo, ma nel mondo reale non esiste batman".

Fa davvero male come film, lo rivedrò sicuramente. 

Phoenix magistrale, lo adoro quando ride con la faccia depressa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il 5/10/2019 at 17:51, GURU baba rey dice:

 

  Nascondi Contenuto

 

- Mi hanno dato quasi fastidio quelle 2-3 scene con la famiglia Wayne, per dare il contentino a chi voleva vedere un collegamento con la storia di Batman. Ma alla fine mi è piaciuto per il ribaltamento dei punti di vista: i super buoni che da una prospettiva diversa, visti dalla classe dei disagiati, perdono molta della loro aura immacolata.

 

 

 

Spoiler

Se devo trovare una virgola fuori posto in questo film, è la completa apatia di Bruce, sia durante l'incontro diretto con Arthur, sia quando gli ammazzano i genitori. E concordo, sono contento che Thomas Wayne non sia stato santificato anche in questa versione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ah grandissimo Adriano Giannini. Mi ero dimenticato che il doppiatore era lo stesso di Joker Ledger e per quasi tutto il film non ci avevo pensato, poi quando

Spoiler

Arthur diventa Joker al Murray show, l'intonazione cambia ed ecco che offre la stessa interpretazione del cavaliere oscuro, da brividi. Tra l'altro in quella scena ci sono due riferimenti al Joker di ledger: la prima e quando spara il secondo colpo a DeNiro e posa la pistola sulla scrivania con lo stesso sussulto che fece Ledger quando fece detonare la bomba nell'ospedale, la seconda quando prende la telecamera tra le mani per dire That's Life proprio come il Joker di Nolan nel video messaggio a Gotham

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

2 ore fa, Toremoon dice:

A me non è piaciuto. 

 

Trattato malissimo Joker da un attore sempre depresso. 

 

Joker è un personaggio che sta dentro di noi ed è molto diverso da questo. 

 

Forse hai sbagliato discussione, cercavi questa mi sa.

 

(scherzi a parte, a me è piaciuto ma certi commenti mi sembrano esagerati, quindi capisco chi la pensa diversamente)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

12 ore fa, Toremoon dice:

A me non è piaciuto. 

 

Trattato malissimo Joker da un attore sempre depresso. 

 

Joker è un personaggio che sta dentro di noi ed è molto diverso da questo. 

 

 

Il 9/10/2019 at 16:04, GURU baba rey dice:
  Il 8/10/2019 at 16:40, silvia_fi dice:

 

  Nascondi Contenuto

Ma Fleck è il vero Principe del Crimine o è stato l'ispirazione per qualcun altro? L'ipotesi, suggerita da molti spettatori, è che non ci sia un unico Joker (non a caso, a differenza di altri cinecomics, il titolo non è "The Joker") ma che ce ne siano diversi.

Questa suggestione ribalterebbe tutto il senso del film, che non sarebbe una origin story del famoso villain DC ma la genesi della Gotham di Batman, di come sia diventata una città sull'orlo del baratro.

Joker sarebbe piuttosto una metafora, il prodotto della malattia mentale di un uomo e di una società che lo ha ignorato e brutalizzato. 

 

Secondo me vederlo in chiave origin story di Joker è limitante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non solo:

 



Il finale si presta a molte chiavi di lettura, e oltre a quella di Silvia ce n'è un'altra beffarda, ovvero che la storia possa essere tutta una fantasia del protagonista, rinchiuso in manicomio da chissà quanto. In questa chiave di lettura, il protagonista potrebbe essere uno qualunque che si immagina di essere il Joker e di vivere a Gotham City.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Onestamente io trovo i ragionamenti sui collegamenti con Batman quasi un modo per sminuire il film. Come ha detto Guru l'ambientazione è solo un contorno, con tanto di contentino per i fan dei fumetti, cosa che può benissimo essere ignorata. Poi ognuno ci può vedere quello che vuole, da fan di Lynch sono dell'idea che se anche l'autore ha un'idea precisa, un'interpretazione diversa da parte dello spettatore è legittima, tranne quando è forzata e snatura tutto il contesto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

56 minuti fa, absolute dice:

Onestamente io trovo i ragionamenti sui collegamenti con Batman quasi un modo per sminuire il film. 

 

questo è un commento ricorrente fra diversi critici, però scusa non è che di fare un film sul cattivo di batman gliel'ha detto il dottore

se aveva altro da dire senza rischiare di passare da cinepanettone marvel poteva chiamarlo in altro modo

 

detto ciò cerco di smettere di parlare di cose che non ho visto, gli studenti non hanno accettato la mia divertente proposta quindi temo che non lo vedrò a breve :(

Modificato da Tersite

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il 11/10/2019 at 23:06, Toremoon dice:

A me non è piaciuto. 

 

Trattato malissimo Joker da un attore sempre depresso. 

 

Joker è un personaggio che sta dentro di noi ed è molto diverso da questo. 

 

Non capisco cosa intendi, ti spiegheresti meglio?

 

 

7 ore fa, Ronnie Rava dice:

Non solo:

 

 

  Mostra contenuto nascosto

 

 


Il finale si presta a molte chiavi di lettura, e oltre a quella di Silvia ce n'è un'altra beffarda, ovvero che la storia possa essere tutta una fantasia del protagonista, rinchiuso in manicomio da chissà quanto. In questa chiave di lettura, il protagonista potrebbe essere uno qualunque che si immagina di essere il Joker e di vivere a Gotham City.
 

 

 

 

 

Mi sembra un'interpretazione piuttosto forzata.

 

5 ore fa, absolute dice:

Onestamente io trovo i ragionamenti sui collegamenti con Batman quasi un modo per sminuire il film. Come ha detto Guru l'ambientazione è solo un contorno, con tanto di contentino per i fan dei fumetti, cosa che può benissimo essere ignorata. Poi ognuno ci può vedere quello che vuole, da fan di Lynch sono dell'idea che se anche l'autore ha un'idea precisa, un'interpretazione diversa da parte dello spettatore è legittima, tranne quando è forzata e snatura tutto il contesto.

 

Sono d'accordo, ma fare un confronto con la produzione precedente è inevitabile. Ciò non toglie che l'autore è liberissimo di innovare rispetto al filone che lo ha preceduto, essendo anche chiaro che il soggetto e il contesto probabilmente sono stati un mero pretesto per la narrazione di una storia di respiro più ampio. 

 

4 ore fa, Tersite dice:

questo è un commento ricorrente fra diversi critici, però scusa non è che di fare un film sul cattivo di batman gliel'ha detto il dottore

se aveva altro da dire senza rischiare di passare da cinepanettone marvel poteva chiamarlo in altro modo

 

detto ciò cerco di smettere di parlare di cose che non ho visto, gli studenti non hanno accettato la mia divertente proposta quindi temo che non lo vedrò a breve :(

 

Credo che un gran merito del film sia proprio quello di essere riuscito a dare una connotazione piuttosto realistica a una ambientazione che, per sua stessa natura, avrebbe la tendenza ad assumere contorni favolistici. Immagino quanto sarebbe stato difficile riuscire a dare credibilità al film se ci fosse stato anche il caro Bruce Wayne con il suo completino da bondage e i gadget vibranti.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Finito di vedere pochi minuti fa.

 

Bello bello.

 

Comunque per me rimane un “cinecomic” e non un film “alla Scorsese” come ho letto qua e là. Tutta la parte sul passato del protagonista è proprio da origine di un cattivo dei fumetti. Anche Gotham stessa mi sembrava proprio la città dei fumetti DC più che una società realistica.

 

Sul finale

per me non ci sono dubbi che il regista abbia voluto lasciare come interpretazione che tutto sia nella testa di Fleck. Lui è in manicomio, parla con l’assistente sociale, nella sua testa si fa il solito film dove lui vince (balla) e i suoi nemici (Wayne) muoiono, la tizia gli chiede “oh ma insomma a cosa a stai pensando?”, “una barzelletta, ma lei non la capirebbe”, fine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

1 ora fa, JackShepard dice:

Finito di vedere pochi minuti fa.

 

Bello bello.

 

Comunque per me rimane un “cinecomic” e non un film “alla Scorsese” come ho letto qua e là. Tutta la parte sul passato del protagonista è proprio da origine di un cattivo dei fumetti. Anche Gotham stessa mi sembrava proprio la città dei fumetti DC più che una società realistica.

 

Sul finale

  Mostra contenuto nascosto

 

Sì anche io non scomoderei scorsese . Su gotham invece all’inizio a me ha dato più l’idea di una periferia degradata come se ne vedono tante, diventa gotham quando lui diventa joker. 

Sul finale non ho capito esattamente cosa volevi dire

Spoiler

Intendi che tutto il film avviene nella sua testa mentre è in manicomio?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

10 ore fa, Ronnie Rava dice:

Non solo:

 

 

  Mostra contenuto nascosto

 

 

L’avevo letta anche io ma avevo pensato che

 

Spoiler

La dottoressa dell’ospedale è anche l’assistente sociale che lo seguiva prima della chiusura del centro (anche se presentata come diversa) quindi sembra più verosimile che una sia reale e l’altra una sua rielaborazione. Quella vera può essere solo quella che non viene uccisa da lui

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti



A me sembra chiaro che una è vera e l'altra è immaginaria, anche perché alla fine è una dottoressa mentre all'inizio è un'assistente sociale che non può prescrivere medicinali.

Tu pensi che il finale sia immaginario e tutto il resto reale?

A me sembra più verosimile il contrario, ma ad ogni modo a me come penso a chiunque altro non interessa stabilire con esattezza quale sia la giusta interpretazione del finale. Anche perché non esiste, ognuno ci vede quello che vuole, ed è chiaramente l'intenzione degli sceneggiatori. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

7 ore fa, silvia_fi dice:

Sì anche io non scomoderei scorsese . Su gotham invece all’inizio a me ha dato più l’idea di una periferia degradata come se ne vedono tante, diventa gotham quando lui diventa joker. 

Sul finale non ho capito esattamente cosa volevi dire

  Nascondi Contenuto

Intendi che tutto il film avviene nella sua testa mentre è in manicomio?

 

Sì, secondo me gli sceneggiatori hanno voluto dare l’idea, con l’ultima sequenza in manicomio, che forse tutto il film si è svolto nella testa di Fleck. Non dico che sia questa necessariamente l’interpretazione corretta eh. Penso che però abbiano voluto mettere questa interpretazione sul piatto e noi spettatori alla fine non sappiamo se quello che è accaduto è vero o no. Ma non è così importante saperlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
Accedi per seguire  

×
×
  • Crea Nuovo...